Barbados / silver sand

 Windsurf – Silver Sands

Silver Sands é uno dei luoghi piú ambiti nel mondo del surf; con le sue onde alte fino a 5 metri che si infrangono sul reef, il quale dista dalla costa 200m, é uno spot mitico, ideale per waveriding e per spericolate acrobazie. Dietro al reef si trovano onde piú morbide, alte fino a 3 metri ma in generale, nello spot di Silver Sands le onde non sono molto ripide e scendono piú lentamente per permettere il giusto divertimento anche ai meno esperti del wave. Qui il vento sideshore soffia da sinistra e si confonde con il fruscio delle palme che costeggiano la spiaggia di sabbia finissima che si tuffa nelle acque turchesi dei Caraibi…Le condizioni dell´isola richiedono sempre una buona eperienza e un buonlivello di capacitá. 

   

    

JASON POLAKOW A NAZARE’

Tratto da http://www.4actionsport.it/windsurf/2016/02/02/jason-polakow-a-nazare/

Da un paio d’ore girano su Facebook queste poche foto di Miguel Chabby che ritraggono un certo Jason Polakow a Nazare’, in Portogallo. Ebbene si, Mr. JP ha raggiunto il Portogallo per sfidare questa onda gigantesca di cui tanto si sta parlando (anche ai telegiornali italiani grazie a Alessandro Marcianò). Jason lo aveva largamente anticipato sul suo profilo Facebook a dicembre, in occasione dell’uscita di un video impressionante dello spot (surf, tow-in), che era sua intenzione sfidare questa onda. Oggi Jason Polakow è il primo windsurfista al mondo ad essere uscito a Nazare’. L’onda da queste foto non sembra essere quella enorme che lo spot ci ha abituato a vedere, il vento è mure a dritta molto leggero e l’onda è molto choppata. Sicuramente a breve verranno pubblicati dei video di questa impresa. Intanto godetevi le prime foto! Ovviamente l’uscita non poteva che non essere “Polakow Style”… distruggendo tutto il materiale!
   
 

test jp australia 124l pro 2015

estratto da : http://www.windsurf.co.uk/test/jp-australia-super-sport-124l-2015-test-review/

DCIM102GOPRO

BASSA-DOWN
corrente residua rispetto allo scorso anno, il 124 è il secondo più grande in un quattro tavola line-up ed è l’unico modello della gamma Super Sport che è disponibile nella costruzione ORO elite del marchio anche. Tuttavia, ci prova qui nel loro Pro costruzione, venendo fornito con un proprio fresata 45 centimetri fin ad alte prestazioni.

BRAND RECLAMO
“I Super Sports fornire prestazioni in gara di slalom simili ma sono senso più facile da guidare e controllare. La linea unisce le caratteristiche di forma della X-Cite Ride and le tavole Slalom per offrire il meglio di entrambi i mondi. Per farli seriamente veloce, Werner Gnigler usato la sua esperienza dagli sviluppi Slalom, mentre l’influenza dei suoi X-Cite forme Giro assicurarsi che la potenza dei Super Sport è facilmente accessibile per ogni pilota avanzata. “

PRESTAZIONI
Rispetto ad alcuni altri in prova qui, la Super Sport si sente abbastanza convenzionale sotto i piedi, essendo più a lungo rispetto alla maggior parte con un boxy piazza coda ed equilibratadistribuzione del volume attraverso un uniformeponte curvo. Vi è abbondanza di stabilità in venti marginali e il 124 risponde brillantemente ad essere pompato, popping up sulla superficiedell’acqua e rilasciando volentieri. Le cinghie sono facili da trovare e una volta sul piano della Super Sport accelera senza intoppi, scivolando in modo efficiente attraverso buchi di vento . E ‘una fantastica piattaforma per rendere la maggior parte di fluky condizioni marginali, sentendosi molto confortevole e composto. Come

il vento aumenta può essere spinto ad una buona velocità di punta, ma non viene mai portato via o compromettere il suo controllo per fuori e fuori le prestazioni in rettilineo. E questo è vero asso nella manica di Super Sport – quando le condizioni diventano peloso o il vento diventa troppo per la vela in uso, la scheda permette al pilota di alzarsi in piedi e la facilità il potere senza controtendenza o comportamento anomalo sé. Non ha gli ingranaggi in più altri del gruppo sembrano avere, ma costituisce per essa con una facilità e praticità per renderlo utile attraverso una vasta gamma di vento. Nel strambata il 124 risponde meglio ad uno stile impegnato e potente, dove è possibile ottenere il peso in avanti e tenerlo guidare attraverso il turno. Le guide parallele duri nella coda della tavola richiedono una buona tecnica per fermarli sbavatura e stallo, anche se il volume extra in coda fornisce una scheda di ‘uscire gratis di prigione’, anche se tutte le velocità e quantità di moto è perso.

IL VERDETTO
Offrendo potenziale incredibile in planata e un giro efficiente facile, la 124 Super Sport è un maestro per sfruttare al meglio le condizioni marginali, rimanendo pratico e indulgente come il vento aumenta.

 

R.i.p. Alberto

Tratto da http://www.4windsurf.it

2015/02/img_2860-0.jpg
Il dolore ancora una volta è immenso e non so cosa scrivere, sono senza parole, ma questo lavoro ci impone di aver dovuto dare la notizia qualche ora fa e dover pubblicare ora con infinita tristezza che Alberto Menegatti, vice-campione del mondo Slalom 2013, è morto oggi 23 febbraio a Tenerife. Alberto è stato trovato privo di vita in un appartamento dopo che alcuni amici si erano allarmati non vedendolo presentarsi agli allenamenti mattutini e sono andati a cercarlo a casa. Alberto si trovava a Tenerife per gli allenamenti invernali.
Sono notizie che non vorremmo mai darvi. Con queste poche righe vorrei ricordare prima di tutto un amico, un Campione, la nostra Speranza, un ragazzo di 29 anni determinato a raggiungere i propri obiettivi e che volava letteralmente sull’acqua! Mai potremmo dimenticare la sua andatura a tutta velocità solo con la pinna in acqua.
Un momento in cui ci stringiamo nel dolore con la famiglia, con la fidanzata e con tutti gli amici.

2015/02/img_2860-0.jpg

4 CHIACCHIERE CON ALICE ARUTKIN

http://www.4windsurf.it/2015/02/13/4-chiacchiere-con-alice-arutkin/
clicca

Chi di voi usa regolarmente i social come Instagram e Facebook non può non aver notato una bella ragazza bionda che fa windsurf postare quotidianamente foto di se, il più delle volte sono foto di lifestyle sexy: stiamo parlando della 23enne francese Alice Arutkin.
Un po’ dubbiosi su questa moda in espansione delle varie atlete, nata dal surf da onda con le modelle surfiste, di continuare a postare foto di lifestyle e meno di action, 4Windsurf ha voluto indagare un po’ più a fondo sulla “pratica in mare” di questa atleta che è anche terza nella classifica del PWA Wave per il 2014.

Abbiamo intercettato Alice in diverse session nelle ultime settimane nei dintorni di Cape Town e dobbiamo proprio ammetterlo, Alice non è solamente bella, incredibilmente sexy e molto fotogenica, è anche molto brava in acqua e aggredisce le onde con stile! In acqua si allena molto e si da da fare per raggiungere i suoi obiettivi.
Abbiamo quindi deciso di invitarla nel quartier generale di 4Windsurf per #4chiacchiere e abbiamo scoperto una ragazza molto simpatica, disponibile e determinata. Sta vivendo il suo sogno e grazie alla sua attività dentro e fuori dall’acqua con i contratti dei suoi sponsor è riuscita a fare del windsurf la propria professione, diventando nel giro di poche stagioni economicamente indipendente.

Oltre a Fanatic e North Sails, Alice ha come main sponsor Red Bull. Le abbiamo chiesto cosa significasse realmente essere nel team più blasonato al mondo… e abbiamo scoperto cose che non ci saremmo mai aspettati. Ma Alice è anche supportata da altri brand, come una compagnia telefonica francese. È arrivata addirittura a gestire uno show in TV.

Abbiamo anche parlato del tour PWA, della vita in giro per eventi, del livello del PWA femminile e di tante altre cose. Abbiamo parlato anche con Alice dei consigli sull’attrezzatura per le ragazze.

Alice è stata con noi per una mattinata e ne è venuta fuori una intervista molto interessante. L’articolo completo verrà pubblicato in uno dei prossimi numeri di 4Windsurf… stay tuned!

2015/02/img_2852.jpg

2015/02/img_2851.jpg